Racconti
Visualizza nelle bandierine
usa

Log in

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Madre Clelia Merloni Fondatrice delle Apostole del Sacro Cuore di Gesù

Clelia Merloni nacque a Forlì, il 10 marzo 1861, da Gioacchino e Teresa Brandinelli.Invitata dal Maestro Divino a seguirLo nella via della perfezione religiosa, rispose generosamente alla sua chiamata, rinunciando al mondo e fondando a Viareggio (Lucca - Italia), il 30 maggio 1894, un Istituto, per il quale profuse, oltre al ricco patrimonio, le preziose energie della sua grande anima.Per lo sviluppo e l'affermazione della sua Opera dovette sostenere durissime prove, profonde umiliazioni e dolori inenarrabili. Consumò la preziosa esistenza nell'immolazione quotidiana per dare gloria, amore e riparazione al Sacro Cuore di Gesù, per l'incremento dell'Istituto e per la conversione dei peccatori.Si spense a Roma, nella Casa Generalizia, il 21 novembre 1930. La sua venerata salma riposa nella Cappella della Casa Generalizia. L'editto di introduzione della Causa di Canonizzazione di Madre Clelia Merloni è stato emanato da S.E.Rev.ma Card. Ugo Poletti, Vicario della Diocesi di Roma, in data 20 maggio 1989 e l'atto di apertura del Processo ha avuto luogo a Roma il 18 giugno 1990. Il processo nella diocesi di Roma si è concluso il1 aprile 1998 e gli atti e i documenti sono stati consegnati alla Congregazione delle Cause dei Santi.Le Apostole, che attualmente svolgono il loro apostolato in Italia, Svizzera, Brasile, Argentina, Cile,Uruguay,Stati Uniti, Mozambico, Benin, Albania, Taiwan e Filippine, implorano dal Sacro Cuore di Gesù la grazia di vederla annoverata fra i Santi.

----------

Processo di Canonizzazione

 Il processo di canonizzazione si svolge secondo regole ben precise stabilite dalla Chiesa. 

Per iniziare il processo è necessario che trascorrano 5 anni dalla morte del candidato. Il Papa può concedere la dispensa. 
Il Vescovo della Diocesi, nella quale il candidato è deceduto, è responsabile dell’ inizio delle ricerche. Il gruppo promotore, la diocesi, la parrocchia, la congregazione religiosa o l’associazione, chiede al Vescovo, attraverso il Postulatore, di aprire la causa. A questo punto il candidato riceve il titolo di “servo di Dio”. 
Una volta che le ricerche a livello diocesano sono finite, gli atti e tutta la documentazione passano alla Congregazione per le cause dei Santi. Il postulatore, residente a Roma, segue la preparazione della “Positio”, un testo che, considerata tutta la documentazione raccolta, prova l’esercizio eroico delle virtù, sotto la guida di un relatore della Congregazione. 
La “Positio” viene esaminata da nove teologi, poi, se approvata, la causa viene esaminata dai cardinali e dai vescovi membri della Congregazione. Se il loro giudizio è favorevole, il prefetto della Congregazione presenta i risultati dell’intero percorso della causa al Santo Padre, che dà la sua approvazione e autorizza la Congregazione a promulgare il relativo decreto. 
Perché un servo di Dio venga beatificato è necessario un miracolo attribuito alla sua intercessione e verificatosi dopo la sua morte. Seguono un’ indagine ed il relativo decreto. Una volta che i due decreti sono promulgati (quello riguardante l’eroicità delle virtù e quello relativo al miracolo) il Santo Padre decide la beatificazione, la concessione della pubblica venerazione, ed il candidato riceve il titolo di “beato”. 
Per la canonizzazione è necessario un altro miracolo, attribuito all’ intercessione del beato e verificatosi dopo la sua beatificazione. La canonizzazione è la concessione della pubblica venerazione nella Chiesa Universale. Con la canonizzazione il beato acquista il titolo di “santo”. 
Il processo di beatificazione di Madre Clelia, nella diocesi di Roma, si è concluso il 1 aprile 1998. Gli atti e i documenti, a quel tempo, furono inviati alla Congregazione delle Cause dei Santi, che votò affermativamente sulla validità dell’indagine diocesana il 7 agosto 1999. Il relatore fu nominato il 24 settembre 1999. Il 12 novembre 2014, il primo giorno della novena in preparazione alla commemorazione del passaggio di Madre Clelia dalla terra al cielo, ci è arrivato l'annuncio che la Positio sulla vita, le virtù e la fama di santità di Madre Clelia è stata accolta dalla Congregazione delle Cause dei Santi e verrà consegnata alla Commissione teologica nel mese di ottobre 2015.



da sin: Sr. Marta Dalcin, Sr. Mary Grace Giaimo, Card. Amato, Madre M.Clare Millea, Sr. Giacinta Turolo Garcia, Sr. Chiara Cervato.

--------